domenica 14 marzo 2010

Game over


c o m a.

Oggi ho capito a che cosa serve la domenica: a riprendersi. Come un giorno di stallo, in sospensione. Tra tutti i giorni della settimana, la domenica è sempre stato quello che ho sopportato meno. In realtà dovrebbe essere un bel giorno: i lavoratori non vedono l'ora di dormire un po' di più e passare del tempo con la propria famiglia, o a guardare la tivvì spaparanzati sul divano (a meno che non si stia parlando di fornai, o di asfaltatori dell'Aurelia); gli studenti non vedono l'ora di dormire un po' di più (sì, anche loro, anzi parecchio di più) e di fare ciò che più piace loro (a meno che non si stia parlando di studenti diligenti, che passeranno la giornata sui libri); le anziane signore del paese non vedono l'ora di andare a messa e di preparare le lasagne al forno, il pollo arrosto con le patate e la torta di mele per i nipotini; gli anziani signori del paese non vedono l'ora di mangiare le lasagne al forno, il pollo arrosto con le patate, la torta di mele e di rifugiarsi immediatamente al circolo, dove poter seguire le partite di campionato e improvvisare emozionanti tornei di briscola. Però devo anche dare sfogo alla mia ormai risaputa vena polemica. La domenica è, in tutto e per tutto, un giorno estremamente noioso. La domenica è il giorno più rompiballe per antonomasia. Se i compilatori dei vocabolari fossero persone oneste, descriverebbero così la voce "domenica": giorno che segue il sabato, dichiara finito il weekend. Già questo potrebbe essere uno dei motivi per detestarlo, finita la domenica, finito tutto. Lo diceva anche Leopardi nel "Sabato del villaggio" che le persone aspettano con ansia e desiderio e aspettativa la domenica, che poi passa velocemente, e cade ogni illusione. Ma proseguiamo. Giornata che la maggior parte della gente di età compresa tra i 20 e i 90 anni trascina con estrema lentezza. Sì, la domenica è una giornata troppolenta. Si dorme di più, ci si sveglia, si deve decidere il da farsi. Il più delle volte, esperienza personale, sono così tante le cose che vorremmo fare, che finiamo invece a guardare a ruota episodi del telefilm preferito (ehm...), a fare i baffi al personaggio che si trova sulla copertina della Settimana Enigmistica, a stare davanti al computer in giro per la blogsfera e a sollazzarsi con le applicazioni di Facebook. Ma ecco l'ultima parte della definizione: precede il lunedì. Precede il lunedì! Ecco il motivo fondante del mio odio verso questa giornata! Il lunedì è il suggello della fatica: inizia una nuova settimana di intenso impegno, di stress, di gioie, di fatiche, di sollazzi, di stanchezza, di illusioni, delusioni, previsioni ed emozioni. Ma basta solamente iniziare e poi, senza neanche accorgersene, è già domenica.


5 commenti:

Ele ha detto...

La domenica...concordo...è veramente un giorno lento...soprattutto per noi, generazione di avventurieri del sabato notte!!Servirebbe per riposarsi si...ma credo proprio ke dopo tutta la settimana (e il sabato sera!!!) una sola giornata nn basti per riprendersi :)...e poi mi sento già vecchia...perchè purtroppo la domenica la passo spesso al circolo a commentare gli eventi del sabato con gli amici!tristesse!

the plastic pose ha detto...

@Ele: ahahah sì, è la giornata più esasperante che c'è. Io il più delle volte opto per il cinema, pensa te... :)

Pala ha detto...

ahahahah..io dico che è tutto relativo...a volte odio la domenica...a volte il martedì perchè ho già sonno e non so come farò ad arrivare a venerdì....m...diciamo che una certezza ce l ho...il giorno migliore è il sabato...ahhhh uscire sapendo che il giorno dopo è domenica...rende...anche se potrebbe sembrare un controsenso visto che nn amo la domenica...ahhhhhhhhhhhhhhh oddio mi sono incasinata con le parole....fatto sta che questo articolo ci piace!!!! Leopardi non te lo appoggio...solo per partito preso...perché non ammetterò mai di esser daccordo con la visione di chi guarda al mondo in negativo...COMPLIMENTI COMUNQUE...BEL BLOG!!!:-)

francescacaramelli ha detto...

Bell'articolo!purtroppo credo che quello sulla domenica sia un pensiero comune!
Credo che il rimando a Leopardi sia completamente azzeccato!
brava!

the plastic pose ha detto...

@Pala: innanzitutto grazie mille :D Poi sì, diciamo che ci troviamo concordi nel premiare venerdì e sabato a migliori giorni della settimana in assoluto ;P

@francesca: grazie anche a te! :)